Asparago di Tavagnacco

La Storia

La coltivazione dell’asparago bianco è stata introdotta a Tavagnacco nell’Ottocento per risolvere il problema dell’eccessiva umidità dei vigneti, tra un filare e l’altro, alcune asparagiaie. L’espediente non risolse il problema, ma vista la composizione del terreno, particolarmente adatto alla coltivazione dell’asparago, la coltivazione dell’asparago soppiantò quasi integralmente quella della vite.

Caratteristiche e coltivazione

L’assenza di colorazione, deriva dal particolare metodo di coltivazione della pianta dalla quale l’asparago viene raccolto quando ancora si trova sotto il cumulo di terra con cui gli agricoltori hanno ricoperto all’inizio della primavera le asparagiaie. Questa tecnica consente all’asparago bianco di mantenere quel delicato sapore che lo contraddistingue, mentre gli amanti dei gusti più marcati sanno di trovare negli asparagi verdi quei sapori decisi che solo la luce del sole riesce a infondere ai germogli raccolti dopo la loro fuoriuscita dal terreno.

La specie coltivata è l’asparagus officinalis . Dal rizoma in primavera sorgono i germogli, detti turioni, cioè gli asparagi commestibili, contenenti sostanze dalle apprezzabili proprietà diuretiche e depurative, oltre a fosforo, ferro e vitamine.

Attualmente la superficie investita ad asparago è di circa 5 ettari dalla quale vengono ottenuti circa 150 quintali di prodotto all’anno la cui raccolta avviene esclusivamente in modo manuale, giornalmente durante il periodo compreso fra aprile e maggio, garantendo la tracciabilità del prodotto dalla terra alla tavola.

La Festa degli asparagi

Negli anni ’30 del secolo scorso è iniziata la sua promozione anche grazie alla storica festa facendo sì che il binomio asparago bianco e Tavagnacco fosse riconosciuto in tutto il territorio regionale e che l’asparago bianco di Tavagnacco diventasse un prodotto tradizionale del Friuli Venezia Giulia.

Dal sito della Pro Loco di Tavagnacco:

Scarica il ricettario La festa degli asparagi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: